Modifica dello Statuto del Comune di Milano: l’acqua è un bene comune!

Il COMUNE DI MILANO HA APPROVATO LA MODIFICA DELLO STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE CHIESTA DA ANNI DAL COMITATO MILANESE ACQUAPUBBLICA

Nella seduta dello scorso 8 ottobre 2012 il Consiglio Comunale di Milano ha deliberato di  integrare l’art.79 dello Statuto del Comune di Milano aggiungendo dopo il comma 5 il seguente comma:

“6. Il Comune riconosce l’acqua quale patrimonio dell’umanità, bene comune, diritto inalienabile di ogni essere vivente. Il servizio idrico integrato è di interesse generale ed il Comune ne assicura il carattere pubblico”

39 consiglieri presenti, 29 voti favorevoli, 7 astenuti (Forte Gallera Masseroli Osnato Rizzi Tatarella Vagliati) e 3 presenti e non partecipanti al voto (Abagnale De Corato Moioli).

Da anni aspettavamo questo gesto politico. Siamo grati al gruppo consiliare del M5S, che ha presentato la richiesta di delibera, e a tutti gli altri consiglieri che l’hanno sostenuta e votata.

Siamo grati a questa Amministrazione che ha finalmente avuto il coraggio di superare un colpevole ritardo nel riconoscere che il principio dell’acqua bene comune deve far parte dei principi ispiratori della politica di questa città.

Adesso ci aspettiamo che nella costruzione dell’area metropolitana il Consiglio e la Giunta sappiano fare della politica idrica un momento decisivo nella definizione della nuova comunità allargata e nel coinvolgimento della cittadinanza in questo processo.

Comitato Milanese Acquapubblica

Pubblicato in acqua pubblica | Contrassegnato , , , , , , ,

dal 13 al 17 Giugno – Cinque giornate di iniziative per l’anniversario dei referendum

Scarica e diffondi la locandina!

Pubblicato in Eventi e Iniziative, Notizie, Referendum | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , ,

13 giugno. Anniversario dei referendum, i movimenti tornano in piazza!

IL 13 GIUGNO PROSSIMO LO STRAORDINARIO SUCCESSO DEI REFERENDUM SU ACQUA E ENERGIA COMPIE UN ANNO.

COSA E’ STATO FATTO IN QUESTO ANNO PER REALIZZARE LE SCELTE DEI 27 MILIONI DI CITTADINI CHE SI SONO ESPRESSI? NULLA… ANZI MOLTE DECISIONI PRESE IN QUESTI MESI VANNO ESATTAMENTE NELLA DIREZIONE OPPOSTA!

IL 13 GIUGNO IN TUTTA ITALIA I MOVIMENTI REFERENDARI TORNERANNO IN PIAZZA PER RICORDARE IL SUCCESSO DEI REFERENDUM E DENUNCIARE LE RISPOSTE CHE ANCORA ATTENDIAMO DALLA POLITICA E DALLE AMMINISTRAZIONI.

A MILANO SI INAUGURA MERCOLEDI’ 13 GIUGNO LA MANIFESTAZIONE

ACQUA E ENERGIA
A UN ANNO DAL REFERENDUM IL MIO VOTO VA RISPETTATO!

Cinque Giornate di informazione, dibattito, confronto su tutto quello che è successo e non è successo rispetto alle scelte referendarie

via Dante, angolo via Giulini
ore 17-20

Programma:
13 giugno: Rispettare i Referendum, rispettare la democrazia!
14 giugno: Terra, bene comune.
15 giugno: Acqua, bene comune.
16 giugno: Aria, bene comune.
17 giugno: Sole, bene comune.

ORGANIZZATO DA ASSOCIAZIONE ENERGIA FELICE

E COMITATO MILANESE ACQUA

Seguirà locandina dell’evento. Diffondete l’avviso e venite numerosi!

Pubblicato in Eventi e Iniziative, Notizie, Referendum | Contrassegnato , , , , , , , , ,

GUARDA la playlist del dibattito del 5 giugno sulla multiutility del nord

Pubblicato in acqua pubblica, Materiali, video | Contrassegnato , , , ,

Dibattito martedì 5 giugno, 20:30 Sala Alessi – A chi serve la multiutility del nord?

Diffondi la LOCANDINA DELL’EVENTO!

Segui la diretta streaming dell’evento sul canale del Movimento 5 Stelle di Milano

Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative, Lombardia, video | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , ,

Multiutility del Nord – Pubblico dibattito martedì 5 giugno, Sala Alessi

 

A CHI SERVE LA MULTIUTILITY NEL NORD?


Si parla da mesi di creare una grande Multiutility (una mega-azienda pubblico/privata, ma più privata che pubblica) per gestire l’energia e i servizi essenziali dei Comuni del Nord. Il progetto prevede la fusione di A2A (Milano e Brescia), IREN (Genova, Torino, Piacenza, Reggio Emilia), HERA (Bologna), con l’inserimento anche di soggetti finanziari, da quotare in borsa e far partecipare a gare per la gestione dei servizi in giro per il mondo.

La Giunta di Milano non ne ha parlato, il Consiglio Comunale tanto meno, ma l’Assessore Tabacci e il City Manager Corritore presentano la Multiutility del Nord come cosa decisa.

Con il voto referendario del 12-13 giugno 2011, 27 milioni di cittadini hanno restituito alla sfera pubblica non solo l’acqua ma anche gli altri servizi pubblici e hanno sancito un modello di energia da fonti rinnovabili e governata nel territorio. Serve una gestione dell’acqua, dell’energia, dei rifiuti, dei trasporti vicina ai cittadini e partecipata.

La costruzione della Multiutility come prospettata alla stampa e in convegni chiusi ignora il risultato dei referendum, favorisce oggettivamente gli interessi di centri di potere economico-finanziari e ha prospettive economiche tutt’altro che certe.

Chiediamo che sulla Multiutility del Nord si apra invece una discussione pubblica, che esca dai convegni per esperti e dai ristretti ambiti dell’amministrazione cittadina e delle segreterie dei partiti e coinvolga i cittadini tutti, permettendo così quella partecipazione che è stata il vero motore dell’esito referendario come dell’elezione del Sindaco Pisapia.

LA CITTADINANZA DEVE POTER DISCUTERE
DEL PROGETTO DI MULTIUTILITY DEL NORD

PUBBLICO DIBATTITO

SALA ALESSI
PALAZZO MARINO
MARTEDì 5 GIUGNO 2012
ORE 20:30-23:30

Coordinatore: Fabio Tamburini (Direttore Radio24)

Saluti istituzionali: Basilio Rizzo (Presidente Consiglio Comunale)

Introduzione: Giovanna Procacci (Comitato Milanese Acquapubblica)

Gaetano Azzariti (costituzionalista)

Valerio Onida (costituzionalista)

Andrea Di Stefano (economista, direttore Rivista Valori)

Conclusioni: Emilio Molinari (Forum Nazionale Movimenti Acqua)

Interventi programmati: Consiglieri Comunali, Vincenzo Greco (Segretario
Filctem-Cgil Milano), Mario Agostinelli (Energia Felice), Damiano Di Simine (Legambiente), ARCI-MI, Rosario Lembo (Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’Acqua Onlus)

Organizzato dai Gruppi Consiliari:
Sinistra per Pisapia, Movimento Cinque Stelle

In collaborazione con:
Comitato Milanese Acquapubblica, Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’Acqua Onlus, Associazione Energia Felice, Intergas, Adesso BASTA.
Aderiscono:
Legambiente, ARCI-Milano.

Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative, Lombardia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , ,

Presentazione dell’appello contro la Multiutility a Fa’ La Cosa Giusta, sabato 31 marzo

Sabato 31 marzo, ore 12
Sala America, padiglione 4
Fa’ la cosa giusta, Fiera Milano City

Il mio voto va rispettato
Presentazione dell’appello contro la Multiutility

Acqua, rifiuti, trasporti ed energia devono essere
sottoposti al controllo dei cittadini

Partecipano al dibattito:
Basilio Rizzo (presidente del Consiglio Comunale di Milano)
Moni Ovadia (Attore)
Andrea Di Stefano (Dir. rivista Valori, giornalista di Radio Popolare)
Emilio Molinari (Forum Nazionale dei Movimenti per l’Acqua)
Presiede: Giovanna Procacci (Comitato Milanese Acquapubblica)
Nel corso dell’incontro è previsto l’intervento artistico di Diego Parassole

-> Volantino dell’iniziativa

Facciamo parte dei 27 milioni di cittadine e cittadini che si sono espressi contro la privatizzazione dell’acqua e per la difesa dei beni comuni. Viviamo con forte preoccupazione i ripetuti tentativi di cancellazione del risultato referendario, che colpiscono al cuore la  partecipazione democratica e la credibilità delle istituzioni.

Con l’abrogazione dell’art. 23 bis, il referendum ha restituito alla sfera pubblica non solo l’acqua, ma anche gli altri servizi pubblici, compresi i rifiuti e il trasporto pubblico locale. Decenni di liberalizzazioni e privatizzazioni ci lasciano aziende con miliardi di debito, aumento dei costi dei servizi per i cittadini, peggioramento delle condizioni dei lavoratori
del settore, azzeramento degli investimenti in nuove reti, impianti e tecnologie, spreco di ingenti risorse naturali, finite e irriproducibili, e una drastica riduzione degli spazi di democrazia, di partecipazione e di trasparenza.

La proposta di creare una grande multiutility del nord si inserisce in questo quadro  desolante. Ripercorre la strada dei fallimenti testimoniati dai bilanci in debito di A2A, Iren, Hera, ecc.; ci ripropone l’idea di vendere servizi essenziali per coprire buchi di bilancio; punta a superare i debiti delle aziende attraverso economie di scala. Oggi più che mai una scelta del genere non deve essere perseguita. Al contrario è necessario aprire un ampio
dibattito pubblico che coinvolga le amministrazioni locali, le assemblee elettive, coloro che hanno promosso e vinto i referendum, le associazioni, i comitati, tutti coloro che vogliono preservare l’universalità dei diritti fondamentali, come l’acqua, e tutelare i diritti dei lavoratori.

FIRMATO: DARIO FO (Attore, premio Nobel) – FRANCA RAME (Attrice) – MONI OVADIA (Attore) – STEFANO RODOTA’ (Giurista) – ELIO E MANGONI (Le storie tese) – NANDO DALLA CHIESA (Sociologo Univ. Milano) – GIULIO CAVALLI (Attore e Cons. Regione Lombardia SEL) – LORIS MAZZETTI (Giornalista RAI) – PAOLO ROSSI (Attore) BASILIO RIZZO (Presidente Consiglio Comunale Milano) – GUIDO VIALE (Economista) – ALBERTO LUCARELLI (Giurista, Assessore Comune Napoli) – VITTORIO AGNOLETTO (Ex-Parlamentare Europeo) – LUIGI FERRAIOLI (Costituzionalista Univ. Camerino) – UGO MATTEI (Giurista Univ. Torino) – BRUNO BOSCO (Economista, Preside Facoltà Giurisprudenza Univ. Milano Bicocca) – ANDREA DI STEFANO (Dir. Rivista Valori) – ELIO VELTRI (Scrittore) – LUCA NIVARRA (Giurista Univ. Palermo) – GAETANO AZZARITI (Costituzionalista Univ. La Sapienza Roma) – ROBERTO BIORCIO (Sociologo Univ. Milano Bicocca) – EMILIO MOLINARI (Movimento acqua) – MARIO AGOSTINELLI (Energia felice) – MASO NOTARIANNI (Emergency) – DIEGO PARASSOLE (Attore) – ALBERTO PATRUCCO (Attore) – SILVANO PICCARDI (Regista) – PIETRO RAITANO (Dir. Altreconomia) – FABRIZIO DE GIOVANNI (attore) – LUCA MARTINELLI (Giornalista Altreconomia) – RENATO SARTI (Regista) – BEBO STORTI (Attore) – JOLE GARUTI (Dir. Centro studi Sao) LUCA KLOBAS (Attore) – LEONARDO MANERA (Attore) – NADIA VOLPI (Italia Nostra) – RITA PELUSIO (Attrice) HENRY ZAFFA (Attore) – PAOLO CACCIARI (Crescita felice) – GIANNI TAMINO (Biologo Univ. Padova) – CLAUDIO BISIO (Attore) – DANIELE SILVESTRI (Musicista) – PAOLO JANNACCI (Musicista) – ALE E FRANZ (Attori) – DAVIDE RIONDINO (attore) – FAUSTO BERTINOTTI (ex-Pres. Camera Deputati) PRIMI FIRMATARI ISTITUZIONALI: ANITA SONEGO (Cons. Comunale Milano FdS); MIRKO MAZZALI (Cons. Comunale Milano SEL); MATTIA CALISE (Cons. Comunale Milano M5S); ANNA SCAVUZZO (Cons. Comunale Milano per Pisapia); ELISABETTA STRADA (Cons. Comunale Milano per Pisapia); MASSIMO GATTI (Cons. Provinciale Milano FdS); GIANCARLO PETERLONGO (Cda ATO Milano); ANTONELLO PATTA (Portavoce FdS Milano); ANTONIO LARENO (CGIL); ENZO GRECO (Segr. CGIL); GIACOMO CONTI (Cons. Regione Liguria FdS); NICOLO’ SCIALFA (Capogruppo IDV Regione Liguria); ANTONIO BRUNO (Cons. Comunale Genova FdS); MANUELA CAPPELLO (Cons. Comunale Genova M5S); ELEONORA ARTESIO (Cons. Regione Piemonte FdS); RITA GUGLIELMETTI (Direttivo CGIL); MILLY MORATTI; LUCA DALLORTO (Cons. Comunale Genova Verdi); MARIA CARLA BARONI (FdS Milano); EZIO LOCATELLI (Segretario FdS e PRC Torino)
Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative | Contrassegnato , , , , , , , , , , ,

22 marzo – Giornata Mondiale dell’Acqua

“oggi, ieri, domani dentro una goccia d’acqua si rispecchia la sensibilità umana;

“oggi, ieri. domani la freschezza e la trasparenza dissetano la voglia di vivere;

“oggi, ieri, domani la singolarità non rappresenta la solitudine ma l’unità complice;

“oggi, ieri, domani la complessità non si rappresenta nel risparmio ma nella condivisione;

“oggi, ieri, domani è sempre una goccia che anima la libertà;

oggi … !

 

Oggi – 22 marzo – Giornata Mondiale dell’Acqua

Flash-mob ore 18 alla fontanella del duomo di Milano
(angolo Vittorio Emanuele / Santa Radegonda)

 

Oggi è la Giornata Mondiale dell’Acqua, la nostra risorsa da amare e da tutelare

27 milioni di italiani hanno votato contro la privatizzazione dell’acqua

Il referendum è per sua logica solamente abrogativo: ha eliminato l’OBBLIGO DI PRIVATIZZARE, ma non la possibilità di farlo

L’acqua deve rimanere pubblica: vigiliamo sui tentativi di ricavarne profitti


La partecipazione e l’entusiasmo è d’obbligo come un sorso d’acqua pubblica!

Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative, Notizie | Contrassegnato , , , , , , , ,

Una nuova legge per l’acqua pubblica in Lombardia!

Il Coordinamento regionale Acqua pubblica chiede

una nuova norma regionale sui servizi idrici

Una nuova legge per l’acqua pubblica in Lombardia!

Già 500 adesioni all’Appello per cambiare l’attuale legge regionale sull’acqua

Milano, 20 marzo 2012

“In Lombardia serve al più presto una nuova legge regionale per l’acqua pubblica!”. In vista della Giornata Mondiale per l’Acqua (che si celebra il 22 marzo), alzano la voce i Comitati per l’acqua pubblica della Lombardia, che da sempre contestano i contenuti dell’attuale legge lombarda (la n. 26 del 2003), che di fatto prevede ancora la privatizzazione dell’acqua, ignorando la vittoria dei Referendum nazionali del giugno 2011, che hanno abrogato la norma nazionale (il Decreto Ronchi) che obbligava a mettere a gara la gestione degli acquedotti.

I Comitati chiedono appunto di modificare le “storture” contenute nella vigente norma regionale, ovvero cancellare il riferimento al Decreto Ronchi (che obbliga a privatizzare l’acqua), e adeguarsi alle sentenze della Corte Costituzionale che in due occasioni ha sancito
l’incostituzionalità della medesima norma regionale fortemente voluta da Formigoni.
A tal proposito, il Coordinamento Regionale Lombardo dei Comitati per l’Acqua Pubblica, ha lanciato un “Appello per l’acqua pubblica in Lombardia”, per chiedere le modifiche alla legge regionale. L’Appello ha già ricevuto più di 500 adesioni, tra cui molti sindaci, assessori, consiglieri comunali e provinciali, oltre che associazioni e comitati (le nuove adesioni vanno inviate a: info@contrattoacqua.it).

Come si legge nell’Appello, i Comitati per l’acqua pubblica chiedono di:

– salvaguardare la titolarità dei Comuni nel governo dei servizi idrici, prevedendo forme
di partecipazione della cittadinanza alle scelte sulla gestione dell’acqua;
– garantire la gestione totalmente pubblica dell’acqua, attraverso l’affidamento ad aziende
di diritto pubblico di proprietà dei Comuni;
– avviare un confronto politico per la riorganizzazione complessiva del servizio idrico,
che va ridefinito quale “servizio di interesse pubblico generale, privo di rilevanza
economica”, attraverso la valorizzazione dei bacini idrografici esistenti in Lombardia, che
devono essere amministrati dai Comuni e affidati in gestione ad aziende di diritto pubblico,
garantendo il diritto all’acqua secondo principi di solidarietà.

L’attuale legge regionale rischia di diventare un pretesto per quelle province che, ignorando l’esito dei Referendum di giugno 2011, vogliono privatizzare la gestione dell’acqua. In particolare sono le province di Cremona, Mantova e Monza che, con modalità diverse, vorrebbero far entrare i privati nella gestione dei servizi idrici.
Per tutte queste ragioni i Comitati sollecitano il Consiglio Regionale ad approvare una nuova legge che garantisca la gestione totalmente pubblica degli acquedotti!

Coordinamento Comitati Acqua Pubblica Lombardia

Appello per l’acqua pubblica in Lombardia

Pubblicato in acqua pubblica, Comunicati, Lombardia | Contrassegnato , , , , , , ,

Giovedì 22 marzo, Giornata Mondiale dell’Acqua!

Ci vediamo tutti alla fontanella di Piazza Duomo!
L’appuntamento è per giovedì 22 marzo, alle ore 18:00
Partecipiamo numerosi con le nostre BANDIERE!

Giovedì 22 marzo è la Giornata Mondiale dell’Acqua, la nostra risorsa da amare e da tutelare.
27 milioni di italiani hanno votato contro la privatizzazione dell’acqua.
Il referendum è per sua logica solamente abrogativo: ha eliminato l’OBBLIGO DI PRIVATIZZARE, ma non la possibilità di farlo.
L’acqua deve rimanere pubblica: vigiliamo sui tentativi di ricavarne profitti.

Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative, Notizie | Contrassegnato , , , , , , ,

Firma l’APPELLO contro la MULTIUTILITY del NORD!

Seguendo questo link, puoi firmare l’appello on line!

Pubblicato in acqua pubblica, Comunicati, Lombardia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,

Materiali del Seminario di sabato 3 marzo

Il mio voto va rispettato

OBBEDIRE AI REFERENDUM
PERCORSI PER L’ATTUAZIONE DELL’ACQUA BENE COMUNE
Seminari di approfondimento dei temi aperti dalle scelte referendarie

Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 24 marzo 2012!
Seguendo i prossimi link, puoi scaricare le presentazioni a cura di Natalia Fumagalli, Nadia Volpi, Giovanni Beretta, Marco Vighi e Silvana Galassi relative alla 2a giornata tenutasi sabato 3 marzo presso l’Acquario Civico:

Giovanni Beretta – Il bacino idrogeologico (11Mb)

Marco Vighi – Ecosistemi acquatici (4Mb)

Silvana Galassi – La qualità delle acque (3Mb)

Natalia Fumagalli – Acqua e territorio (47Mb)

Nadia Volpi (Italia Nostra) – Acqua e paesaggio (187Mb)

Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative, Materiali, Referendum | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Provincia di Milano: vittoria dei Comitati per l’Attuazione dei Referendum

VITTORIA DEI COMITATI

PER L’ATTUAZIONE DEI REFERENDUM

IN PROVINCIA DI MILANO

Provincia di Milano

La Giunta Provinciale, dopo l’audizione dei comitati in commissione ambiente del 15/12/2011, ha deciso una nuova linea sulla gestione del servizio idrico in Provincia, trasferendo la delega operativa, fino ad ora nella mani del Presidente Podestà, all’assessore Altitonante.
Le linee presentate l’8 febbraio alle Aziende del servizio dall’assessore rispondono alle richieste dei comitati per l’attuazione dei referendum, fortemente volute da numerosi Sindaci, e demoliscono una volta per tutte l’impianto della delibera “Colli” del 2004, che prevedeva la separazione tra patrimoniali e erogatore e l’affidamento a una società mista con gara per l’aggiudicazione del 40% delle azioni.
Ora tutto ciò appartiene al passato; la nuova linea, con l’individuazione dei passi e dei tempi è in sintesi :
1) Convocazione della conferenza dei Sindaci per l’indirizzo politico degli atti successivi – entro marzo
2) Nomina del perito del tribunale per avviare la fusione tra le aziende patrimoniali (CAP, TASM, TAM, IANOMI) – entro aprile
3) Approvazione dei progetti di fusione das parte delle aziende, con la chiusura dei bilanci 2011 – entro il 30 giugno
4) Fusione tra le Aziende e costituzione di una unica Azienda del Servizio Idrico – entro ottobre 2012
5) Nuovo affidamento del servizio in House per 20 anni all’Azienda unica – entro primavera 2013

Crediamo che questo sia un passo fondamentale per la ripubblicizzazione del servizio idrico, restano aperte le nostre proposte relative al superamento della forma SpA, con l’affidamento ad una Società di diritto pubblico, e la unificazione dell’ATO della Provincia con quello del Comune di Milano, per dare vita ad un unico soggetto pubblico che applichi la partecipazione dei cittadini alle scelta fondamentali sull’acqua.

Comitato Provinciale Attuazione Referendum Acquabenecomune

Pubblicato in acqua pubblica, Comunicati, Notizie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,

Obbedire ai Referendum: 2a giornata del seminario sabato 3 marzo 2012

Il mio voto va rispettatoOBBEDIRE AI REFERENDUM

PERCORSI PER L’ATTUAZIONE DELL’ACQUA BENE COMUNE

Seminari di approfondimento dei temi aperti dalle scelte referendarie

2a GIORNATA

Sabato 3 marzo 2012

Ore 10.00 – 15.00

ACQUARIO DI MILANO Vle G. Gadio 2

(MM2 Lanza, ATM: 3-4-7-12-14-45-57-61)

-> LOCANDINA Obbedire_ai_referendum 2a giornata

Più di 26 milioni di italiani hanno scelto, con il voto referendario dello scorso giugno, la gestione pubblica dell’acqua bene comune. Naturalmente dire ‘pubblico’ non basta di per sé ad assicurare una buona qualità del servizio; si tratta allora di articolare le condizioni per una gestione pubblica di qualità. Come tradurre questa volontà sui territori? Il territorio di Milano si presenta come una situazione ottimale per mettere a punto modelli di gestione pubblica di qualità che servano da traino anche per tante situazioni meno fortunate, dove la privatizzazione del servizio si è insediata, o la gestione pubblica non è sempre esempio di efficienza, trasparenza, interesse per il bene comune. Vogliamo con questo convegno mettere sul tavolo l’insieme di questioni coinvolte dal processo di attuazione dalla scelta referendaria; abbiamo chiamato le Università milanesi e le associazioni esperte in materia per approfondirle insieme, per arrivare a formulare proposte concrete agli amministratori. Si tratta di un lavoro di approfondimento che serve a tutti coloro che, come noi, si occupano di promuovere questa attuazione, ma che nelle nostre intenzioni dovrebbe anche costruire le basi di una nuova cultura dell’azione pubblica in questa materia sia per gli amministratori, che dovranno metterla in atto, che per i cittadini tutti. Dopo una prima giornata di lavori (11/02/2012) dedicata alle questioni giuridiche e socioeconomiche relative alle forme gestionali, tariffe, investimenti, partecipazione, ecc., in questa seconda giornata affrontiamo le questioni relative all’acqua come elemento naturale: il bacino, la sua struttura geologica, l’inquinamento, e i rapporti fra acqua e territorio sotto il profilo urbanistico e sotto quello storico-paesaggistico. In una terza giornata apriremo un momento di valutazione del percorso fatto nelle due giornate precedenti, confrontandoci con comitati, associazioni, cittadini e amministratori.

PROGRAMMA DEI LAVORI
Presiede: Prof. Claudia Sorlini, Facoltà di Agraria, Università di Milano
INTRODUZIONE
Comitato Milanese Acquapubblica
10.30 -12.30 PRIMA SESSIONE:
1) IL BACINO IDROGEOLOGICO
Prof. Giovanni Pietro Beretta, Dipartimento Scienze della Terra, Università di Milano
2) LA QUALITA’ DEGLI ECOSISTEMI ACQUATICI
Prof. Marco Vighi, Facoltà di Scienze M.F.N., Università di Milano-Bicocca
3) LA QUALITA’ DELL’ACQUA
Prof. Silvana Galassi, Facoltà di Scienze M.F.N., Università di Milano
12.00 DIBATTITO PUBBLICO
12.30 -13.00 PAUSA PRANZO (organizzata sul posto)
13.00 -15.00 SECONDA SESSIONE:
4) ACQUA E TERRITORIO: LA DIMENSIONE URBANISTICA
Prof. Natalia Fumagalli, Facoltà di Agraria, Università di Milano
5) ACQUA E TERRITORIO: LA DIMENSIONE PAESAGGISTICA
Nadia Volpi, Italia Nostra
14.00 DIBATTITO PUBBLICO
CONCLUSIONI: LE TAPPE DELL’AZIONE PUBBLICA SULL’ACQUA A MILANO E IN LOMBARDIA
Emilio Molinari
IL SEMINARIO E’ GRATUITO E APERTO A TUTTI GLI INTERESSATI.
ESSENDO I POSTI LIMITATI, E’ NECESSARIO PRENOTARE INVIANDO UN’ E-MAIL A infocma@contrattoacqua.it (OGGETTO: CONVEGNO ACQUA)

Pubblicato in acqua pubblica, Eventi e Iniziative, Referendum | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,

Audio degli interventi: i file del seminario Obbedire ai Referendum di sabato 11 febbraio 2012

Il mio voto va rispettato

Sono accessibili ai link qui di seguito o dalla spalla a fianco i file degli interventi di sabato 11 febbraio nell’ambito del primo incontro organizzato per il ciclo Obbedire ai Referendum.

Introduzione di Giovanna Procacci del Comitato Milanese Acqua Pubblica.mp3

Laura Ammanati.mp3

Alessandro Santoro.mp3

Massimo Florio.mp3

Roberto Biorcio.mp3

Dibattito della mattina.mp3

Rosario Lembo.mp3

Carlo Iannello.mp3

Dibattito del pomeriggio.mp3

Conclusioni di Emilio Molinari.mp3

Pubblicato in Materiali, Referendum | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,